NUTRIZIONE AD APRILE

Share This:

1467238_957874334237488_7703966277534363362_n

Il Mese di Aprile: Il Cibo per la “pulizia” di Primavera

ricettaaprile1

La primavera è un momento di espansione, apertura, di rinascita; la natura si risveglia e nasce naturalmente il desiderio di cambiare.  L’organismo di deve adattare al cambiamento di stagione spesso deve affrontare il sovrappeso, la stanchezza e l’astenia… E’ opportuno fare “pulizia” di primavera, dobbiamo disintossicare gli organi dagli accumuli invernali.

 

Iniziamo dal fegato

ricettaaprile2Secondo la Medicina Tradizionale Cinese e la Macrobiotica, gli organi particolarmente attivi in primavera sono fegato e cistifellea, quindi è necessario sostenerli per affrontare il cambiamento. Il fegato svolge tantissime funzioni alcune delle quali sono di vitale importanza per il corretto controllo del peso e la velocità del metabolismo.

Il fegato elimina le tossine dal corpo quindi, contrasta l’invecchiamento degli organi e della pelle, brucia i grassi, è in grado di velocizzare tantissimo la fase di metabolizzazione del cibo e rendere il dimagrimento veloce e semplice, rimodella il corpo, trasforma il cibo in energia per il corpo e per la mente.

Trascurare questo aspetto della salute, dovuto principalmente ad una cattiva alimentazione, può portare ad una serie di problemi. Primo fra tutti l’incapacità di perdere peso soprattutto sulla pancia e sui fianchi, ancora più difficile mantenere il peso ideale, mancanza di energia, fame nervosa, scarsa concentrazione e il rischio di malattie legate al metabolismo. Un fegato non sano non produce bile a sufficienza e metabolizzare i grassi diventa difficile, si soffre di stipsi e si accumula grasso in particolare nella zona addominale.

Cosa fare

Ci sono due passi da fare. Il primo è quello di eliminare il maggior numero possibile di tossine dalla dieta e dall’ambiente circostante.

Il Secondo è quello di fare in modo che il fegato ottenga tutti i nutrienti di cui ha bisogno per essere purificato e mantenersi in salute.

Prediligere alcune tipologie di cibi: cereali come orzo, frumento, farro, avena, verdure a foglia verde, il sapore acido (aceto di mele, limone, agro di umeboshi), e l’agrodolce che è molto rilassante per il fegato. Le verdure che hanno un sapore acidulo come il sedano, il porro o quelle a “foglie verdi” , possono essere leggermente scottate per accompagnare i piatti, magari con una salsina, oppure come è il caso del porro, dell’erba cipollina possono essere tagliati molto fini e usati per dare sapore alle zuppe o altri piatti, le cotture devono essere leggere e rinfrescanti.

ricettaaprile3Per la purificazione preferire soprattutto in cereali e verdure, togliendo: prodotti animali, oli, frutta fresca, prodotti da forno e stimolanti. Questo comporta che il fegato, l’organo che ha maggior energia in questa fase dell’anno, espleti le sue funzioni di filtraggio del sangue nella maniera migliore, recando un profondo benessere nell’organismo. La cottura tipica di questa stagione è il saltato rapido in padella.

Dei fagioli azuki cotti con alga kombu sono ottimi, possiamo accompagnarli con del riso integrale cotto con un po’ di orzo che è insieme al farro il cerale eccellente per il fegato, e delle cime di rapa scottate con una salsa di soia, piatto semplice e molto equilibrato, e anche buono.

Periodo di Allergie e Asma

Sono disturbi legati all’apparato respiratorio, ma sono disturbi che migliorano in maniera netta se si eliminano zucchero raffinato e latticini i quali sono alimenti veramente dannosi per i polmoni. Si guarisce dalle allergie in quattro mesi, o 120 giorni, esattamente il tempo che il sangue impiega per rinnovarsi completamente.

Con una dieta appropriata è possibile guarire l’asma entro alcune settimane. Oggi l’asma viene curata con medicinali molto forti che inducono i bronchioli a dilatarsi rendendo così più facile la respirazione. Tuttavia, essendo l’asma causata da un eccesso di dilatazione questo trattamento in realtà aggraverà la condizione del malato. Per curare questa affezione occorre produrre la contrazione dei canali bronchiali, questo può essere ottenuto solo mediante una dieta adatta.

Durante un attacco, per dare sollievo è opportuno applicare un impacco caldo di zenzero sulla parte superiore del torace. Mangiare una piccola manciata di gomasio o alcune prugne umeboshi che provocano l’immediata contrazione degli alveoli.

 

Dr. Patrizia Isita